START UP 2022

PER INFORMAZIONI

1Chiamaci al telefono 
2oppure scrivici un'email 
3o fissa un appuntamento. 

Se hai problemi, non esitare a contattarci inviandoci un'email a support [ @ ] upgtorino.it .Grazie!

Ufficio Pastorale Giovanile

Lunedì-Venerdì 9:00AM-12:00PM e  14:00PM-18:00PM
info@upgtorino.it

CREATE ACCOUNT

*

*

*

*

*

*

Hai dimenticato la password?

*

SPUC2018 ARTICOLO

START UP 2022

30 settembre ore 21

Torna lo START UP, il consueto appuntamento all’inizio dell’anno pastorale, dedicato ai responsabili delle varie realtà di Pastorale Giovanile, per la presentazione dei percorsi, delle proposte e degli appuntamenti a servizio della Pastorale Giovanile della nostra Arcidiocesi.
Venerdì 30 settembre, alle ore 21, presso il Centro di Pastorale Giovanile in viale Thovez 45, si partirà dall’orizzonte di fondo di questo anno pastorale: il secondo anno del Sinodo voluto da Papa Francesco, declinato a livello italiano dal documento «I cantieri di Betania. Prospettive per il secondo anno del Cammino sinodale» della Chiesa in Italia. Il riferimento immediato sarà la Lettera alla Diocesi del nostro Arcivescovo, Mons. Roberto Repole, che ci chiede di discernere insieme sul ripensamento della presenza ecclesiale sul territorio. Spiega l’Arcivescovo: «assumere con serietà questa “sfida” è mettersi in cammino per scovare nuove opportunità, che non sempre riusciamo a riconoscere; ed è la possibilità di riprendere confidenza con il fatto che c’è urgenza per tutti (preti, diaconi, religiose e religiosi, laiche e laici) di metterci in uno stato di “formazione permanente”, laddove per formazione non si intende solo la necessaria preparazione teologica, ma un itinerario di preghiera e spirituale, una partecipazione profonda alla vita liturgico-sacramentale, una esperienza comunitaria vissuta».
Terzo rifermento dei cammini annuali sarà il recente messaggio di Papa Francesco per la prossima Giornata Mondiale della Gioventù che si terrà a Lisbona, dall’1 al 6 agosto 2023. Così scrive il Papa ai giovani di tutto il mondo: «Il tema della GMG di Panamá era: «Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola» (Lc 1,38). Dopo quell’evento abbiamo ripreso la strada verso una nuova meta – Lisbona 2023 – lasciando echeggiare nei nostri cuori l’invito pressante di Dio ad alzarci. Nel 2020 abbiamo meditato sulla parola di Gesù: «Giovane, dico a te, alzati!» (Lc 7,14). L’anno scorso ci ha ispirato la figura di San Paolo apostolo, a cui il Signore Risorto disse: «Alzati! Ti costituisco testimone di quel che hai visto» (cfr At 26,16). Nel tratto che ancora ci manca per giungere a Lisbona cammineremo insieme alla Vergine di Nazaret che, subito dopo l’annunciazione, «si alzò e andò in fretta» (Lc 1,39) per andare ad aiutare la cugina Elisabetta. Il verbo comune ai tre temi è alzarsi, espressione che – è bene ricordare – assume anche il significato di “risorgere”, “risvegliarsi alla vita”.
In questi ultimi tempi così difficili, in cui l’umanità, già provata dal trauma della pandemia, è straziata dal dramma della guerra, Maria riapre per tutti e in particolare per voi, giovani come lei, la via della prossimità e dell’incontro. Spero, e credo fortemente, che l’esperienza che molti di voi vivranno a Lisbona nell’agosto dell’anno prossimo rappresenterà un nuovo inizio per voi giovani e – con voi – per l’umanità intera».
La preparazione verso la GMG sarà scandita da cammini per le diverse fasce di età, con una proposta spirituale unitaria.

TOP