ORATORI AL SALONE DEL LIBRO 2016!

PER INFORMAZIONI

1Chiamaci al telefono 
2oppure scrivici un'email 
3o fissa un appuntamento. 

Se hai problemi, non esitare a contattarci inviandoci un'email a support [ @ ] turinforyoung.it .Grazie!

Ufficio Pastorale Giovanile

Lunedì-Venerdì 9:00AM-12:00PM e  14:00PM-18:00PM
info@turinforyoung.it

CREATE ACCOUNT

*

*

*

*

*

*

Hai dimenticato la password?

*

VISIONIARTICOLO

ORATORI AL SALONE DEL LIBRO 2016!

 

L'edizione 2016 del Salone del Libro, dedicata al tema delle «visioni» sarà occasione opportuna e promettente per ascoltare e parlare con i giovani e dei giovani. A loro infatti sarà data la parola, per dar voce alle loro «visioni» della realtà, attuali o attese, immaginate o talvolta subite. È un tema particolarmente affascinante, quello delle «visioni», ed estremamente connesso con il mondo giovanile, per un due ragioni. Da un lato i giovani stessi sono portatori di «visioni», sul presente e sul futuro. Ma sono altrettanto bisognosi di ricevere «visioni», da chi dovrebbe aver maturato una più lunga esperienza di vita, affinando lo sguardo in lungimiranza e profondità. 

E infatti il filo conduttore del Salone del Libro 2016 intende dare voce a chi ha la «capacità di guardare lontano, di darsi e vincere sfide che sembrano impossibili, di lavorare per il futuro attuando progetti forti, basati su una conoscenza vera, ma anche sul patrimonio letterario, artistico e filosofico che costituisce la nostra identità culturale, e dunque nell’indispensabile saldatura tra cultura scientifica e cultura umanistica. Al centro dell’edizione 2016 saranno dunque i visionari che, nei rispettivi rami di attività, si sono distinti per la lungimiranza del progetto, le capacità d’innovazione, l’originalità dei metodi operativi, ma anche la sapienza divulgativa e comunicativa» come spiega il programma del Salone previsto a Lingotto Fiere dal 12 al 16 maggio pv. 

La visionarietà tuttavia non riguarda solo il presente e il futuro ma anche il passato, perché «ogni generazione è chiamata a “rivedere”, a riscrivere la propria storia con strumenti capaci di capaci di superare le metodologie tradizionali».

Un'altra novità dell'edizione di quest'anno sarà l'inaugurazione di una nuova formula dell'Ospite d'Onore al Salone.

Alla scelta geopolitica di un Paese si sostituiscono criteri geoculturali, per offrire «un focus allargato e traversale su realtà culturali che superano le rigide divisioni degli Stati nazionali. La letteratura come patria, come rifugio, come portatrice di diritti, come luogo deputato al confronto con l’altro». La «cultura ospite» del 2016 sarà la cultura araba, «che dal Marocco all’Iraq offre un quadro quanto mai mosso e variegato, che ci aiuta a capire l’anima profonda e segreta di Paesi che pur affacciandosi sul nostro stesso mare rimangono poco conosciuti» come spiegato dalla conferenza stampa del Salone.

La cura pastorale dei giovani non può non esprimere una particolare attenzione alle loro «visioni» e al contesto culturale in cui vivono ed è per queste ragioni che l’associazione NOITORINO -Team Oratori Piemontesi e l'Ufficio di Pastorale Giovanile organizzano una conferenza al Salone del Libro venerdì 13 maggio, alle ore 20.30 presso lo Spazio Incontri, dedicata ai giovani e a chi di loro si prende cura. Il confronto sarà sulle «visioni» dischiuse da quella particolare «visione» educativa e pastorale del "genio" tutto italiano che è l'Oratorio e sulla sua attività educativa nel contesto interculturale della nostra società. 

La conferenza avrà come titolo “SOGNI E BISOGNI DEI GIOVANI. PERCHÉ NON PARTIRE DALL’ORATORIO?”

L’incontro vedrà la partecipazione di Don Danilo Magni, Presidente di «Social Fare», Don Ermis Segatti, Docente presso la Facoltà Teologica di Torino, don Stefano Votta, Presidente NOI TORINO, che aprirà la serata, con il coordinamento dell'Ufficio di Pastorale Giovanile di Torino, insieme a giovani di differenti fedi e provenienze, dall'Africa alla Cina, dal cattolicesimo all'Islam, dall'Oratorio alle più diverse occasioni di incontro interculturale. Proprio il dibattito con questi giovani dischiuderà nuove visioni, per più profondi «sguardi», sul presente e sul futuro dei giovani.

costo del biglietto ridotto preserale 5€ per info clicca qui

TOP